il network

Lunedì 23 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. A Vergonzana tra le vie Izano e Albergoni

Incrocio pericoloso ma nessuno interviene

Provincia e Comune si rimpallano le responsabilità e la messa in sicurezza resta una promessa

L'incrocio tra via Izano e via Albergoni a Vergonzana

Provincia e comune di Crema si rimpallano la responsabilità della messa in sicurezza dell’incrocio tra via Izano e via Albergoni a Vergonzana e il tempo passa senza ci siano risposte. Per questo gli abitanti della frazione tornano a farsi sentire inviando una lettera ai due enti per chiedere conto delle loro dichiarazioni recenti riguardo al tratto di strada dove si sono registrati già alcune vittime e numerosi feriti per incidenti stradali. L’ultima tappa della lunga vicenda della messa in sicurezza dell’incrocio risale al mese di marzo. Giovanni Leoni aveva scritto al rappresentante dei vergonzanesi, Alberto Bonetti, che «al comune di Crema, individuato come responsabile della progettazione della ciclabile, sarebbe stato richiesto l’inserimento di un impianto semaforico a chiamata». L’assessore alla mobilità di Crema Giorgio Schiavini ribatteva, sempre in una comunicazione scritta: «Per quanto riguarda la messa in sicurezza dell’incrocio fra le via Izano e Albergoni, in occasione di un incontro che avremo con la provincia di Cremona per i lavori di realizzazione del tratto ciclabile Vergonzana-Izano, solleciteremo ulteriormente l’assessore Leoni perché si realizzino opere a garanzia e a tutela dei residenti della frazione».

Della messa in sicurezza e della ciclabile, a giugno però non si hanno tracce e la questione resta in sospeso.

03 Giugno 2013