il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Cremasco. Raccolta positiva anche a Pandino e Spino d'Adda, deludono Rivolta e Soncino

Il 5 per mille al Comune
I cremaschi i più generosi

Dall'ultima dichiarazione dei redditi sono stati ricavati oltre 9mila euro, la somma più alta a livello provinciale se proporzionata agli abitanti

Piazza Duomo Crema

Il palazzo comunale a Crema

Res publica, Crema batte Cremona. E’ uno dei tanti spunti interpretativi — forse il più curioso, certamente il più campanilistico — che emerge dalle statistiche relative alla destinazione del 5 per mille in provincia di Cremona. Ebbene, i cremaschi si sono dimostrati decisamente sensibili nei confronti del proprio Comune, che — al pari di molti altri — da anni sta lanciando un appello affinché il 5 per mille venga mantenuto entro i confini locali: nel 2012 hanno risposto in 285, devolvendo un totale di 9.486 euro. Cifra in crescita rispetto all’anno precedente, quando ne erano stati raccolti circa 8000. E, in proporzione, somma nettamente superiore ai 12.940 euro recuperati dal Comune di Cremona: il capoluogo provinciale conta infatti più del doppio degli abitanti di Crema. Tornando entro i confini cremaschi, sul podio dei cittadini più sensibili alla vita amministrativa del proprio Comune ci sono i pandinesi (secondi con 2705 euro versati al municipio) e gli spinesi (terzi con 2173 euro). Bilancio amaro, invece, per Rivolta d’Adda (1235 euro) e Soncino (1058 euro): il numero di abitanti, simile a quello di Pandino e Spino d’Adda, non si è tradotto in altrettanti contribuiti elargiti al municipio.

05 Giugno 2013