il network

Venerdì 22 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Cremasco. La graduatoria è stata stilata sulla base del cosiddetto 'indice di buon governo'

La Regione dà i voti ai comuni
Il top è Ricengo, Crema quinta

Bene anche Rivolta d'Adda e Vailate. All'ultimo posto della classifica, tra i paesi cremaschi, c'è Romanengo

Una veduta aerea di Crema
Ricengo è il Comune del Cremasco più virtuoso e quello meglio amministrato, con un indice di 72,59, secondo in provincia soltanto a Spinadesco. Seguono a ruota Rivolta d’Adda (72,05), Castel Gabbiano (68,82) e Vailate (66,84). Crema si colloca al quinto posto con 65,95, Romanengo all’ultimo, con 29,67. A stabilirlo è la graduatoria stilata dalla Regione e appena resa pubblica. L’indice di virtuosità è stato introdotto dalla giunta regionale d’intesa con l’Anci, che ne ha definito i criteri. L’indice è indizio di buon governo e la classifica dei Comuni virtuosi sarà utilizzata nella concessione di benefici e nell’applicazione del Patto di stabilità territoriale, per valutare la possibilità per il 2014 di avere meno limiti per gli investimenti e le spese indispensabili. Ed è appunto di quest’ultimo vantaggio che si augurano di poter godere i due sindaci i cui Comuni sono ai vertici della graduatoria. Feruccio Romanenghi, sindaco di Ricengo, spiega come è stato possibile ottenere questo lusinghiero risultato: «Stando molto attenti a tutti gli investimenti. Nel 2007, ad esempio, abbiamo costruito la nuova sede scolastica, costata un milione e 850mila euro, ma l’abbiamo pagata senza dover ricorrere ad aumenti di tasse. Ci aiuta il fatto di avere poco personale e quindi poche spese».

01 Luglio 2013