il network

Lunedì 23 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Faccia a faccia al Pirellone con i vertici di Ersaf, l'ente che gestisce l'area

Stalloni, schiarite sul futuro
Ok della Regione al rilancio

Incontro dall'esito positivo stamattina a Milano, giovedì nuovo sopralluogo per salvare il Cre poi si penserà all'intera area

L'entrata degli Stalloni in via Verdi
«Abbiamo concordato degli impegni precisi, la volontà di collaborare sembra esserci da parte di tutti. Il percorso è ancora lungo, ma siamo usciti più sollevati di quando siamo entrati». Nessuna novità rilevante ma sensazioni positive, oggi a Milano, al termine dell’incontro chiesto dal Comune per fare chiarezza sul futuro degli Stalloni. Due le questioni fondamentali di cui il sindaco Stefania Bonaldi ha discusso insieme ai rappresentanti di Regione (presenti anche i consiglieri locali Agostino Alloni e Carlo Malvezzi), Ersaf e Infrastrutture Lombarde. La prima riguarda il Centro di Riabilitazione Equestre, rappresentata da Alberto Zambelli e Agostino Savoldi: l’attività, che da mesi opera nei container per l’inagibilità strutturale della sede, necessita di una sistemazione più stabile e decorosa. «Giovedì — spiega il sindaco — faremo un nuovo sopralluogo congiunto per verificare le possibili soluzioni». Chiesto inoltre un impegno scritto della Regione che legittimi la presenza del Cre anche nel caso in cui Ersaf (l’ente che ora gestisce gli Stalloni) lasci — come sembra — l’area di via Verdi. In ultimo si è parlato del futuro dell’intero complesso degli Stalloni. Note positive per quanto riguarda la volontà di progettarne il rilancio, ancora da capire come e con che soldi verrà affrontato l’intervento: «Ci attiveremo per coinvolgere un nuovo soggetto che possa co-finanziare il progetto — precisa il sindaco — ma anche per sfruttare eventuali bandi pubblici. L’intenzione rimane quella di realizzare un’area dalla forte vocazione sociale».

02 Luglio 2013