il network

Giovedì 26 Aprile 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


PANDINO

Sanpietrini come proiettili, protesta dei residenti

Piazza Vittorio Emanuele II in condizioni critiche i cittadini chiedono interventi L'assessore: 'In appalto la manutenzione'

Buche trappola per i passeggini
PANDINO — Piazza Vittorio Emanuele II  versa in pessime condizioni, stesso discorso per le vie del borgo. I cittadini protestano per le buche e il degrado, oltre al problema dei sanpietrini. Di fronte al castello visconteo la pavimentazione è rovinata in più punti: "Lo stato di piazza Vittorio Emanuele è sotto gli occhi di tutti — racconta Barbara Mariani, a spasso con la figlia e con un’amica —. Noi mamme con i passeggini spesso siamo in difficoltà per le buche che si trovano ovunque. I cubetti di porfido che si staccano dalla pavimentazione sono pericolosi. E’ già capitato che vengano ‘sparati’ dalle auto ad altezza bambino, oppure vadano a cozzare contro le macchine in sosta". Più volte sono state inviate segnalazioni in Comune chiedendo interventi risolutori che, anche per via delle casse pubbliche sempre più in difficoltà per i tagli della spending review, non sono, al momento, cantierabili: "Il problema riguarda anche la zona di uscita da piazza della Rinascente — spiega Luisa Marazzi — abbiamo scritto in municipio, ma senza risposte soddisfacenti". Per farsi un’idea dell’alto numero di cubetti di porfido rotti nelle ultime settimane basta passare al bar Castello, locale che dà sulla piazza, dove li hanno raccolti in una cassetta della frutta. "Lasciarli in giro sarebbe un rischio" spiega Gian Paolo Lupi, geometra con lo studio in via Roma. "Inoltre — prosegue — la piazza presenta altri problemi, come ad esempio l’odore di fogna che sale dalle caditoie e la diffusa presenza di topi. Tutte questioni che il Comune ben conoscono. Personalmente ho inviato una lettera di segnalazione". Non è finita. In altre zone del borgo il degrado è evidente. Un esempio è via Vignola, dove si trova la casa di riposo. Alcuni marciapiedi, per la mancata manutenzione, sono invasi da erbacce ad altezza d’uomo che li rendono impraticabili. L’assessore ai lavori pubblici Fabio Fornoni ammette i problemi e assicura soluzioni. Il Comune ha indetto una gara d’appalto lo scorso aprile per arrivare, entro l’estate, alla stipula di un contratto triennale con un’impresa specializzata che consenta di affidare ad un’unica ditta tutte le manutenzioni sul territorio comunale. Dagli edifici pubblici, alla sistemazione delle buche sulle strade e in piazza, sino al taglio del verde e al diserbo dei marciapiedi. "Una gara innovativa che ci permetterà di concentrare su un unico soggetto tutti i lavori, risparmiando a livello economico e snellendo le procedure burocratiche — precisa Fornoni —. La gara era stata indetta sulla base di 280mila euro di spesa, cifra desunta dagli investimenti effettuati negli ultimi anni. Avremo senz’altro uno sconto. Per la piazza le prossime manutenzioni dovrebbero comportare la cementificazione dei sanpietrini, in modo che non si spostino più. Per le nuove asfaltature, interverremo tra agosto e settembre. Spero di avere a disposizione più dei 50mila euro dell’anno passato".

03 Luglio 2013