il network

Venerdì 25 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMA

Tribunale, l'ultimo saluto

Il presidente degli avvocati Aiello ha ringraziato coloro che si sono impegnati nel tentativo inutile di salvarlo

Ermete Aiello e Franco Tagliaferri
Tribunale fine dei giochi. Dopo 216 anni di attività il 13 settembre del 2013 il cuore del palazzo di giustizia cesserà di battere. La Corte Costituzionale ha rigettato le osservazioni: Crema e altri 30 comuni lungo lo Stivale, non avranno più il tribunale. Basta proroghe, basta rinvii e addio alle speranze coltivate a lungo dall'ordine degli avvocati di Crema. Stamattina il presidente Ermete Aiello, ha tenuto una conferenza stampa per i ringraziamenti a chi si è impegnato nella lunga e vana battaglia per la salvezza del palazzo di giustizia. Con lui Franco Tagliaferri, segretario dell'ordine. Aiello ha chiamato in causa quelli che lui ritiene essere responsabili, non della chiusura, ma di non averle provate tutte per scongiurarla: "Il sindaco Stefania Bonaldi ha messo in atto iniziative contro il tribunale di Crema". Con lei, parte degli stessi avvocati "che non hanno creduto alla battaglia", parte della politica, che si è divisa in questioni di difesa del proprio orticello all’interno della provincia, il consiglio giudiziario di Brescia (da cui Crema dipende) che ha "irriso la pressante richiesta del presidente del tribunale di Cremona di una proroga, sostenendo assurdamente che il trasloco non avrebbe creato problemi". Ora che i margini di discussione non ci sono più, bisogna pensare a come organizzare il lavoro a Cremona, dice Aiello. Poi bisognerà pensare all’utilizzo di quel palazzone dal 14 settembre.

04 Luglio 2013