il network

Giovedì 16 Agosto 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Paullese, altro ricorso: la Beltrami non si arrende

L'azienda di Paderno va al Consiglio di Stato, la vicenda si arricchisce di un nuovo capitolo

Paullese, altro ricorso: la Beltrami non si arrende

Lavori per il raddoppio della Paullese

CREMONA - Altro capitolo nella vicenda che riguarda l’assegnazione dei lavori per il raddoppio della Paullese. La Beltrami Spa, l’impresa di costruzioni che ha sede a Paderno Ponchielli, ha depositato nel tardo pomeriggio di giovedì il ricorso al Consiglio di Stato dopo che lo scorso 26 giugno il Tar di Brescia aveva respinto l’istanza con cui l’azienda chiedeva la sospensiva, contestando l’aggiudicazione della gara, da parte della Provincia, all’associazione temporanea di impresa (Ati) di cui fanno parte la Carron e la Vezzola, aziende rispettivamente di Treviso e Desenzano del Garda.

L’udienza al Consiglio di Stato dovrebbe essere fissata entro la fine di luglio. La Paolo Beltrami contesta l’assegnazione dell’appalto da 22 milioni di euro perché ritiene che i prezzi di alcune lavorazioni, di certi trasporti e di certi materiali non siano stati correttamente giustificati e che una particolare miglioria proposta non rispettasse gli standard qualitativi fissati dal bando. La Beltrami pensa che la valutazione, da parte della commissione, dell’offerta presentata dai suoi concorrenti «non sia condivisibile e sostenibile dal punto di vista economico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

12 Luglio 2013