il network

Lunedì 17 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Dito puntato in particolare contro la festa di Ombrianello

"Basta botti alle feste"
La protesta dei cittadini

Lettera di alcuni residenti per vietare i petardi, dannosi per gli animali e fastidiosi per anziani e bambini

Fuochi d'artificio
«Basta coi botti, disturbano la quiete notturna e fanno scappare gli animali». E’ la presa di posizione di un gruppo di cittadini residenti a Crema e dintorni, che nei giorni scorsi hanno depositato in municipio una richiesta scritta rivolta al sindaco Stefania Bonaldi. Obiettivo: mettere fine all’utilizzo dei petardi, spesso protagonisti delle tante feste che animano l’estate cremasca. La richiesta si concentra specificatamente sui botti, mentre ‘salva’ i fuochi d’artificio, più orientati all’aspetto coreografico che al rumore fine a se stesso. I firmatari della lettera puntano il dito, in particolare, contro la festa democratica di Ombrianello, il cui tradizionale spettacolo pirotecnico — in programma agli inizi di settembre — rappresenta simbolicamente la fine dell’estate cremasca. «Ricordando i forti botti dell’anno scorso — scrivono i residenti —, siamo enormemente preoccupati e spaventati che anche quest’anno si ripetano». La lettera precisa poi i motivi della richiesta: «I botti hanno disturbato la quiete notturna soprattutto per anziani e bambini, ma anche gli animali, sia quelli nelle stalle che quelli domestici, sono stati spaventati e sono scappati, risultando dispersi».

27 Luglio 2013