il network

Lunedì 23 Aprile 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Sorgerebbe negli ex magazzini comunali, alla Cittadella della Cultura

Museo dell'organo verso l'addio
Mancano fondi, cercasi sponsor

La Fondazione Cariplo nel 2011 si è impegnata a finanziare metà dell'opera, ma il Comune non è ancora riuscito a pagare l'altra metà

Il progetto del museo dell'organo
Cremona inaugura, Crema aspetta e spera. Mentre è tutto pronto nel capoluogo provinciale per l’apertura del museo del violino (taglio del nastro il 14 settembre), il sogno del museo dell’organo cremasco non avanza di un millimetro dal cassetto in cui è chiuso da ormai due anni. Questione di soldi, tanto per cambiare, ma questa volta l’amarezza è doppia visto che nel 2011 la Fondazione Cariplo si è impegnata a finanziare metà del progetto, ossia 100mila dei 200mila euro necessari. Gli altri 100mila deve metterceli il Comune, che però in questi due anni non ha ancora trovato il modo di racimolarli. Ora il tempo stringe: Cariplo, che ha già concesso una proroga (con scadenza il 31 dicembre prossimo), non aspetterà all’infinito. Potrebbe anche concederne una seconda, ma se il Comune non ci metterà presto la sua parte la Fondazione destinerà altrove quei 100mila euro promessi a Crema. Un peccato vista la bontà del progetto — che troverebbe spazio negli ex magazzini comunali, all’interno della Cittadella della Cultura — e visto che l’arte organaria è una delle poche peculiarità di cui può vantarsi il Cremasco, forte di una tradizione secolare in materia, patria di grandi strumenti a canne e sede dell’unico corso in Italia per tecnici organari.

08 Agosto 2013