il network

Mercoledì 17 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Dopo i disordini in Egitto

Cremaschi a Sharm: "Qui è tutto tranquillo"

L'avvocato Michele Rota tranquillizza: "Ci chiedono di essere prudenti ma non si notano disordini"

Cremaschi a Sharm: "Qui è tutto tranquillo"

La preoccupazione per la situazione in Egitto cresce e i voli per lo stato africano sono stati sospesi. Cresce anche la tensione di chi ha parenti o amici nelle note località turistiche come Sharm El Sheik dove si trovano anche dei cremaschi. Tra loro Michele Rota, avvocato e dirigente della squadra di pallavolo della Reima. E’ lui però che tranquillizza sulla sicurezza nel paese in preda alla rivolta: “La situazione qui a Sharm, per ora, è del tutto tranquilla. All’interno dei villaggi turistici e comunque anche nella città di Naama Bay e di Sharm vecchia non ci sono segnali preoccupanti”.

Le precauzioni però non mancano: “La direzione del villaggio ha consigliato di non uscire dal villaggio la sera, mentre di giorno non vi sono precauzioni di sorta. Certo, nessuno si avventura nel deserto, nè nelle classiche escursioni (Santa Caterina o monte Sinai) ma le barche per le immersioni subacquee partono regolarmente dai tre porti di Sharm. Insomma, le immagini che si vedono in tv sembrano, per ora, lontane anni luce”.

L’attenzione dei turisti per quanto sta accadendo nel paese è alta come conferma lo stesso Rota: “Ora attendiamo gli sviluppi della situazione generale, con la speranza che tutto possa trovare una soluzione diplomatica. Sappiamo del movimento che c’è stato ad Hurgada nei giorni scorsi, ma Hurgada è una vera e propria cittadina, con una popolazione, mentre Sharm è costituita per lo più da persone che lavorano nel settore turistico e alberghiero nel commercio, quindi non ci sono state dimostrazioni di natura politica”.

L’avvocato poi tranquillizza tutti: “Direi che tutti coloro che hanno amici o parenti qui a Sharm per ora non abbiano niente da temere”.

18 Agosto 2013