il network

Sabato 21 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMASCO

La crisi morde ancora, a settembre ripresa difficile

Secondo i sindacati rimane preoccupante la situazione delle aziende del territorio, in particolare del metalmeccanico

Periodo difficile per il settore metalmeccanico cremasco
Si profila un settembre difficile per le aziende cremasche martoriate dalla crisi economica. A livello occupazionale a preoccupare i sindacati è soprattutto la ripresa dell’attività nel metalmeccanico, settore trainante dell’economia locale che conta le più importanti imprese come numero di addetti, ma soprattutto centinaia di piccole e medie aziende sparse per tutto il CremascO. "E’ difficile uscire da una crisi che si protrae ormai da quattro cinque anni — spiega Omar Cattaneo, segretario generale dei metalmeccanici della Cisl —. La ripresa dell’economia può avvenire attraverso la diminuzione della pressione fiscale per i lavoratori e per le imprese, l’incentivazione degli investimenti ed una contrattazione di secondo livello che preveda, oltre alla bilateralità a sostegno dei lavoratori, l’esigibilità di una contrattazione territoriale, per quei dipendenti ed imprese che non superano una determinata soglia occupazionale. Serve un patto che coinvolga parti sociali ed istituzioni, che definisca e regolamenti le politiche attive sulla base delle opportunità occupazionali. Ritengo che per la ripresa, anche nel Cremasco, si debba attendere ancora una anno fino a quel momento dovremo continuare a lavorare sul territorio per farci trovare pronti".

20 Agosto 2013