il network

Mercoledì 17 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Dopo il decreto governativo in vigore dal 21 agosto

Multe scontate, bilancio in sofferenza

Sconti del 30% a chi paga entro 5 giorni e l'introito di 860.000 euro è destinato a scendere

Un agente mentre compila una multa

Se gli automobilisti indisciplinati sorridono, l’amministrazione di Crema guarda con preoccupazione alla norma che prevede una riduzione del 30% dell’importo della multa se viene pagata entro 5 giorni. L’impatto col bilancio non sarà di poco conto perché l’amministrazione aveva previsto di incassare circa 860.000 euro di contravvenzioni. Una cifra che ora è destinata a ridursi sensibilmente, nel peggiore dei casi di un terzo. Per le già boccheggianti casse comunali c’è il rischio di una contrazione delle entrate di altri 250.000 euro. Un taglio che renderebbe ancora più difficile garantire il pareggio in bilancio. Quanto possa incidere la norma delle multe contenuta nel decreto del fare è difficile da dire tanto che lo stesso sindaco Stefania Bonaldi spiega: «In questo momento è impossibile fare previsioni, la possibilità di riduzione della sanzionane è attiva da pochi giorni e non si può quantificare quante persone ne usufruiranno».

L'amministrazione nel 2011 aveva incassato 824.845 euro dalla riscossione delle infrazioni. La cifra prevista per il 2012 era aumentata a 980.000 euro mentre nel 2013 la previsione è di 860.000 euro che ora dovrà essere rivista al ribasso. E c’è chi ipotizza altri effetti deleteri per il bilancio sottolineando che con lo sconto può diventare conveniente sfidare la sorte per quanto riguarda la sosta a pagamento causando così una riduzione delle entrate dai parcheggi blu.

23 Agosto 2013