il network

Sabato 22 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


E' successo nel Piacentino, vicino a Rivergaro

Cremasco truffa agriturismo: cinque settimane di vacanza poi fugge

Denunciato dai carabinieri, si era finto un manager

Cremasco truffa agriturismo: cinque settimane di vacanza poi fugge

Si finge manager di un’importante azienda farmaceutica, prenota online una lunga vacanza in un agriturismo di Ancarano, sui colli piacentini, salvo poi sparire senza pagare il conto. Autore della truffa un 45enne cremasco denunciato dai carabinieri di Rivergaro, grazie alla preziosa collaborazione dei colleghi della Compagnia di Crema. Ha trascorso cinque settimane di relax completamente gratis in val Trebbia: luglio e agosto a spese della titolare dell’agriturismo, che l’ha ospitato, ottenendo in cambio un falso acconto di mille euro. Il cremasco aveva infatti falsificato il contrassegno del bonifico, in realtà mai eseguito. E, quando ha capito, che sarebbe stato scoperto, ha deciso di togliere il disturbo. Alla proprietaria aveva lasciato tuttavia nome e cognome (veri) e un domicilio (falso, fornendo quello dell’anziana madre, dove da tempo non viveva più). I tentativi di rintracciarlo però sono stati vani: il presunto manager ormai si era reso irreperibile e così la titolare dell’agriturismo ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. “Il fenomeno delle truffe è vecchio e purtroppo sempre presente - commenta il capitano Antonio Savino, comandante dei carabinieri cremaschi- in questo caso, l’abilità è stata acquisita con una pregressa esperienza lavorativa, che ha permesso al soggetto di perfezionare le capacità relazionali, facendone un perfetto imbonitore, che fortunatamente è stato denunciato. La prima cosa da fare è appunto rivolgersi alle forze dell’ordine”.

25 Agosto 2013