il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Il decentramento era stato deciso tre anni fa dall'amministrazione Bruttomesso

Comune, addio a via Pombioli
L'ufficio Tributi torna a 'casa'

Ad ottobre il trasloco, voluto dal sindaco Bonaldi per contenere le spese: il risparmio sarà di 70mila euro all'anno

Il palazzo comunale a Crema
Un mese e si ripeterà la stessa scena di tre anni fa: scaffali da svuotare, scatoloni da riempire, camion da caricare, scrivanie da riassegnare. Nuovo trasloco alle porte per gli uffici Tributi, Commercio e Catasto del Comune, che ad ottobre — ora la data è ufficiale — faranno il tragitto inverso rispetto a quello del 2010: dall’immobile di via Pombioli al municipio di piazza Duomo. Un ritorno a casa in ragione della sempre più necessaria razionalizzazione delle spese. Tradotto: la sede decentrata costa troppo, circa 70mila euro l’anno tra affitto e gestione. Così, a palazzo comunale, ci si stringe. Il comparto, in particolare, si insedierà al secondo piano del municipio, vicino all’ufficio tecnico: «I pensionamenti e le mobilità degli ultimi anni hanno lasciato diversi spazi vuoti a palazzo comunale — spiega il sindaco Stefania Bonaldi — e con il trasloco degli uffici Tributi, Commercio e Catasto ne assorbiremo buona parte. In questi mesi abbiamo studiato la migliore soluzione possibile: al secondo piano del municipio c’è spazio e modo per allestire tutte le postazioni presenti oggi in via Pombioli».

29 Agosto 2013