il network

Giovedì 13 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

"Il fiume Serio è diventato un immondezzaio"

La denuncia dell'associazione Amici del Serio che chiede al Comune di poter ricostituire un gruppo di volontari per la pulizia delle rive

Nella foto di repertorio, rifiuti gettati nei pressi del fiume
L’associazione Amici del Serio ha proposto al Comune di ricomporre il gruppo di volontariato per la pulizia delle rive del fiume e la raccolta dei rifiuti nel tratto che va dalla Palata di Santa Maria al ponte di via Visconti: "Sono troppi e non possiamo più aspettare2. La richiesta, indirizzata al sindaco Stefania Bonaldi e all’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Bergamaschi e protocollata tre giorni orsono, fa seguito alla presa d’atto del degrado in cui versano le due sponde del Serio nel tratto cittadino. Oltre alle frequenti segnalazioni di abbandoni di rifiuti di ogni genere, anche ingombranti, il sopralluogo effettuato il 16 aprile scorso ha evidenziato la presenza di rami secchi caduti sulle rive o nell’alveo del fiume e di essenze spontanee, tali da necessitare di una pulizia. "In data 8 maggio — spiega Luciano Ricci, presidente degli Amici del Serio — tre settimane dopo il sopralluogo con Aipo, protezione civile e Comune — avevo presentato una relazione nella quale chiedevo all’amministrazione delle risposte che sto ancora aspettando. L’ente pubblico, che ancora non ci ha fatto avere la sua relazione, dopo aver ignorato il finanziamento del progetto ‘Fiumi puliti’ del 2013, fa sapere di voler concorrere il prossimo anno, ma la pulizia non può attendere eventuali interventi radicali in tempi da definire. Questo tratto del fiume deve poter beneficiare di interventi periodici, a seconda delle necessità che sorgono". Un grido d’allarme, che per ora sembra essere stato inascoltato.

30 Agosto 2013