il network

Venerdì 19 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Tra le richieste avanzate, anche una maggiore presenza della polizia locale

Ombriano nella sporcizia
"Ci sentiamo abbandonati"

Il consigliere comunale d'opposizione Tino Arpini, residente nel quartiere, attacca l'amministrazione e invoca più attenzione verso le periferie

Il quartiere di Ombriano
«Sporcizia, erbacce, abbandono: l’amministrazione comunale si è dimenticata di Ombriano e Sabbioni». E’ la denuncia di Tino Arpini, consigliere della lista d’opposizione ‘Solo cose buone per Crema’. «Il mio obiettivo dichiarato in fase elettorale — spiega — è stato di quello di rappresentare le periferie, Ombriano e Sabbioni in particolare, per rimarcare le pesanti carenze che patiscono». Secondo Arpini, i quartieri periferici pagano il prezzo di «essere frazione di una città che cura solo o prevalentemente il suo centro». Il consigliere sottolinea la presenza di erba alta nelle aiuole di via Gramsci, via Boldori e via Chiesa: «Ho atteso fiducioso per due mesi — commenta — credendo che esistesse un turno del servizio di rasatura e sperando che almeno per la festa patronale di ferragosto si intervenisse, ma inutilmente». Nel mirino anche «il tempo di spazzolatura settimanale della zona nord, piena di negozi, capannoni e condomini» e le condizioni delle rogge piene di «sfalci d’erba, carta pubblicitaria, borse rifiuti, tronchi d’albero e spesso animali morti». Immancabile la denuncia di vandalismi: «Ci si mettono anche certi incivili a trattare e gestire i cestini di cortesia come veri e propri cassonetti indifferenziati». Nell’elenco delle richieste, poi, compaiono «il trasporto urbano sistematico, la cultura in loco, la sicurezza sulle strade e un vigile in bicicletta che non veda solo chi contravvenire ma anche le esigenze di fondo del quartiere».

03 Settembre 2013