il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Aiello: "Pronto a qualsiasi iniziativa per la proroga"

Tribunale, l'accorpamento con Cremona è ufficiale

Ieri delegazione cremasca ha incontrato il presidente Ines Marini. "Faremo di tutto per evitare disagi"

La sede del tribunale di Crema

L’avvocato Ermete Aiello, storico presidente dell’Ordine degli avvocati, si è detto pronto a “inventare qualsiasi ulteriore iniziativa, perché a differenza di altri tribunali che hanno ottenuto la proroga, quello di Crema è l’unico preso per i fondelli e la cosa non ci piace”. Il sindacalista della Cisl, Vincenzo Tarallo, annuncia che “i lavoratori del tribunale sono pronti a fare lo sciopero della fame”, perché “sono stati lesi i loro diritti e non si è pensato alla sicurezza”.

Esternazioni arrivate ieri, nel giorno in cui a Cremona una delegazione di sindaci del Cremasco, con il sindaco di Crema Stefania Bonaldi in testa, ha incontrato il presidente del tribunale, Ines Marini, e il presidente di sezione, Pio Massa, per fare il punto sull’accorpamento, che dopo il ‘no’ alla richiesta di prorogare la chiusura, sarà effettivo da venerdì prossimo. All’incontro erano presenti, tra gli altri, anche l’assessore regionale pidiellino Carlo Malvezzi e il parlamentare del Pd, Luciano Pizzetti, che ha sottolineato la “efficienza straordinaria della presidente Marini e del presidente Massa; hanno dimostrato che lo Stato può essere una cosa seria e di fronte a questa efficienza, è difficile ottenere una proroga”. Cremona è dunque pronta. “Gli spazi ci sono - ha detto il sindaco Bonaldi -. La presidente Marini ha promesso che cercherà di andare incontro, per quanto possibile, alle esigenze di tutti”. E per alleviare i disagi dell’utenza cremasca, tornano a riaccendersi i riflettori sul progetto ideato dal giudice Pierpaolo Beluzzi, grazie al quale l’avvocato analogico va in archivio per cedere il passo al collega digitale. Addio alle code nelle cancellerie, alle copie cartacee, alle attese e ai frequenti viaggi Crema-Cremona, andata e ritorno. Il nuovo progetto prevede servizi di modulistica con codici a barre, tablet collegati con wi-fi, sentenze multimediali e notificate via Pec, fascicoli in formato digitale. Ancora, la possibilità di assistere alle udienze in telepresenza dagli studi legali o di rendere testimonianze online con sistemi in alta definizione da una piattaforma ricavata nella sede nell’università di Crema.

“Si tratta di un progetto ideato per evitare disagi all’utenza cremasca, come rimedio all’accorpamento, sul quale si sta lavorando - ha osservato il sindaco Bonaldi -. Si aspettava questa scadenza; l’impegno di tutti ora è di sposare il progetto, sperando che parta il prima possibile”.

10 Settembre 2013