il network

Giovedì 26 Aprile 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Ancora da capire chi pagherà i lavori di ristrutturazione

Una nuova sede per il Cre
Via libera della Regione

Buone notizie dal sopralluogo di questa mattina, il Centro di Riabilitazione Equestre lascerà i container per occupare quella che fu la sua prima sede

Una nuova sede per il Cre
Via libera della Regione

Il sopralluogo agli Stalloni

Addio ai container, il Centro di Riabilitazione Equestre avrà una nuova ‘casa’. Buone notizie per il servizio assistenziale di ippoterapia: politici e tecnici di Regione Lombardia, stamattina in visita al complesso degli Stalloni, hanno accolto la richiesta del Cre di trasferirsi in quella che, trent’anni fa, fu la sua prima sede. Un’ottantina di metri quadrati divisi tra due stanze e un porticato che verrà chiuso con delle vetrate per diventare atrio. Progetto immaginato dal direttivo del Centro già prima dell’estate, ma rimasto in sospeso fino al sopralluogo (l’ennesimo) di oggi. «Volevamo verificare il livello di sicurezza dei locali — ha spiegato il dirigente regionale Enzo Spoto — per evitare qualsiasi rischio a chi ne fruirà. Ora si attende un atto formale che autorizzi il Cre a ristrutturare i locali. Rimane ancora da capire chi si farà carico dei lavori. Spesa non da poco: ci sarà da chiudere il portico, da realizzare un servizio igienico, da riscaldare gli ambienti e da renderli presentabili. «Se pagherà la Regione? Non posso prometterlo» ha frenato il dirigente Spoto. Esultano, intanto, i politici locali e consiglieri regionali Carlo Malvezzi (che nei giorni scorsi ha spinto affinché si organizzasse il sopralluogo) e Agostino Alloni: il Cre può dirsi salvo.

16 Settembre 2013