il network

Lunedì 24 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Il piano annunciato in consiglio comunale dall'assessore Bergamaschi

Muri imbrattati, il Comune
vara l'operazione pulizia

Previsti controlli più ferrei, nuove aree per i writers e l'esenzione del pagamento del cantiere per i residenti che cancellano le scritte

Muri imbrattati, il Comune 
vara l'operazione pulizia
Pugno duro contro chi scarabocchia senza fini artistici, esenzione dai costi di cantiere per chi ritinteggia le pareti imbrattate delle proprie case, nuove aree a disposizione per i writers ‘professionisti’. E’ la soluzione in tre mosse studiata dal Comune per provare a risolvere una volta per tutte, o quanto meno a contenere, il problema delle scritte sui muri della città. Il piano è stato annunciato lunedì in consiglio comunale dall’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Bergamaschi, incalzato da un’interpellanza del consigliere Antonio Agazzi che chiedeva azioni concrete per porre un freno al fenomeno. Bergamaschi ha spiegato che «il Comune solleciterà tutte le forze di polizia ad incrementare i propri sforzi nell’individuazione dei responsabili». Poi le novità. La prima per andare incontro ai cittadini: «Stiamo considerando l’ipotesi di esonerare dal pagamento del plateatico quanti siano costretti ad occupare il suolo pubblico per procedere ad operazioni di ritinteggiatura dei propri immobili». La seconda per andare incontro a chi disegna sui muri per fini artistici e non per vandalismo: «Provvederemo a concedere spazi dedicati alla realizzazione di tale arte pittorica».

18 Settembre 2013