il network

Giovedì 26 Aprile 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


PANDINO

Un call center per segnalare buche e erbacce

Rivoluzione nella gestione del patrimonio pubblico Il Comune assegna ad un'unica azienda tutta la manutenzione e apre alle segnalazioni dirette dei cittadini

Il consiglio comunale di Pandino
PANDINO — La formula magica è 'global service'. Sta a significare una rivoluzione nella gestione e manutenzione delle proprietà comunali, siano esse giardini, strade, segnaletica, ma anche negli interventi di disinfestazione e in caso di nevicate. Un solo interlocutore, un’azienda privata super specializzata, invece di tante imprese che hanno in appalto dal Comune ogni singola voce. Tutto ciò significa risparmio per l’ente locale e, soprattutto, la possibilità per i cittadini di contattare direttamente il manutentore, attraverso e-mail e telefono, per segnalare interventi e problemi, senza dover più passare per l’ufficio tecnico con le inevitabili lungaggini burocratiche che ne conseguono. Una soluzione che garantisce maggiore potere di controllo e verifica immediata ai residenti. L’amministrazione ci prova e, nei prossimi giorni, affiderà in via definitiva all’impresa Arca un contratto triennale di global service. Pandino è il primo comune del Cremasco a tentare questa strada, già percorsa da diversi enti bergamaschi. L’amministrazione, entro un mese, darà il via ad una campagna informativa a tappeto, tramite un pieghevole da distribuire nelle case dei pandinesi, un pagina sul sito internet comunale e uno spazio sul periodico dell’amministrazione. "I primi sei mesi del contratto con l’Arca saranno di prova, per capire l’effettiva capacità di gestire chiamate e segnalazioni e tutte le manutenzioni nei vari settori  -commentail sindaco Donato Dolini -. Non ho comunque motivo di dubitare dell’affidabilità dell’azienda che porta avanti questo tipo di servizi già in diversi comuni. Il sistema prevede che l’impresa prenda in gestione la segnalazione dei cittadini monitorandola attraverso il sito internet e garantendo un tempo limite per completare l’intervento". Tutto sotto l’occhio attento dei residenti che in prima persona potranno segnalare cosa non funziona. Della questione si è parlato anche nel consiglio comunale di ieri sera. L’assessore ai Lavori pubblici Fabio Fornoni ha risposto in merito al consigliere di opposizione di Nuovi Orizzonti Francesca Sau: "La filosofia del bando — ha chiarito Fornoni — si basa su una gestione non più effettuata totalmente all’interno dell’ente. Saremo operativi in ottobre".

25 Settembre 2013