il network

Giovedì 13 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Ospedale, sindacati contro Ablondi

Parti sociali all'attacco del direttore generale: "Non tiene in considerazione i bisogni dei dipendenti".

L'ospedale Maggiore di Crema
Cgil, Cisl e Uil hanno interrotto la trattativa in corso con l'Azienda ospedaliera in quanto sostengono che il direttore generale Luigi Ablondi non dia rispsote soddisfacenti alle loro richieste: il ripristino del sacchetto alimentare per i dipendenti che effettuano il turno di notte e la proposta che, in mancanza di una mensa aziendale, i lavoratori avessero la possibilità di ricevere il pasto a pranzo e cena direttamente dal servizio cucina, dietro il pagamento di un ticket. Oggi i sindacati hanno diffuso un durissimo comunicato unitario: "Nell’ultimo incontro di trattativa Ablondi ha dichiarato: ‘Ho sempre garantito il pareggio di bilancio, obiettivo questo che indipendentemente dagli investimenti fatti in tecnologie, raggiungeremo anche quest’anno’. Come organizzazioni sindacali a lui replichiamo sottolineando che questo importante obiettivo è stato raggiunto grazie ai dipendenti dell’Ospedale che hanno, nel corso degli anni, lavorato ben oltre il dovuto contrattuale. Al primo gennaio 2013 i dati aziendali quantificano 54.402 ore di eccedenze orarie non retribuite ai dipendenti. A cui si sommano 5.130 giornate di ferie residue. Totale un milione di euro. Mentre, a prescindere dai tempi di crisi, il direttore generale ha percepito un premio di 29.000 euro".  

07 Ottobre 2013