il network

Lunedì 24 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Cremasco. Ieri il comitato ristretto di Scrp

Nuovo canile, la scelta caduta su Vaiano

L'area individuata lungo la Paullese è di proprietà della Provincia. L'opera pronta entro giugno

Il canile di Crema

L'entrata dell'attuale canile di Crema

Il canile si farà a Vaiano Cremasco, senza possibilità di soluzioni alternative. L’area individuata si trova lungo la Paullese ed è di proprietà della Provincia. Uno spazio difficilmente valorizzabile e per questo il primo cittadino Domenico Calzi ha dato la sua disponibilità ad avviare la procedura per concedere i permessi necessari, così come ha fatto l’amministrazione provinciale. La telenovela aperta tre anni fa con l’annuncio di chiusura della struttura di piazzale della Croce Rossa e Crema si chiuderà però solo lunedì 21 ottobre con l’assemblea dei sindaci che verrà convocata informalmente per accorciare i tempi d’attesa. L’intenzione di Pietro Moro, presidente di Società cremasca reti e patrimonio, è infatti quella di riuscire ad aprire il cantiere a gennaio e di inaugurare il canile a giugno. Tempi stretti che però richiedono un accordo con l’Enpa, gestore dell’attuale canile, che aveva dichiarato di voler chiudere la struttura entro la fine dell’anno.

Moro aveva dato un ultimatum ai sindaci imponendo di trovare una soluzione condivisa nel comitato ristretto di ieri che infatti si è protratto fino a tarda serata. L’ipotesi di costruire il canile nell’area di Vaiano ha riscosso subito ampi consensi anche perché si trova in pieno territorio del comune e non al confine con altre amministrazioni e questo limiterebbe il rischio di proteste di altri sindaci. Però non sono mancate le voci contrarie che hanno chiesto di valutare altre proposte prima di buttarsi in questa scelta. Valutati i pro e contro la maggioranza dei primi cittadini è rimasta convinta che la collocazione del canile in un’area vicina alla Paullese è quella migliore.

11 Ottobre 2013