il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


TRESCORE CREMASCO. Intervento dei carabinieri

Furto al cantiere del metanodotto, condannato romeno

Tre uomini sorpresi mentre sottraevano carburante sono fuggiti a piedi, uno è stato arrestato a Torlino

I carabinieri col materiale sequestrato nel cantiere di Trescore

TRESCORE CREMASCO – Ennesimo furto di carburante nel cantiere per la realizzazione del metanodotto che attraversa il Cremasco. Nella notte scorsa, attorno alle due la vigilanza ha sorpreso tre individui intenti a rubare gasolio dalle macchine operatrici presso il cantiere della ditta Bonatti. I tre sono fuggiti attraverso i campi abbandonando sul posto un'auto Opel Astra con targa bulgara e con una tanica da 25 litri di gasolio, una identica vuota ed un tubo in plastica all'interno.

Alle 3.45 una pattuglia, nei pressi di Torlino Vimercati, incrociava una BMW con targa romena con alla guida un rumeno 35enne residente a Milano, già censurato, ed il passeggero Cosmin M. entrambi con abiti emananti forte odore di gasolio. Mentre il passeggero veniva arrestato l'autista riusciva a fuggire.

Il sopralluogo sul cantiere consentiva di accertare l’asportazione di circa mille litri di gasolio dai due escavatori e da un generatore, oltre al danneggiamento delle pompe per un danno di circa tremila euro denunciato dal delegato al cantiere a cui venivano restituiti circa 175 litri di gasolio. La perquisizione eseguite al domicilio del fuggiasco in Torlino Vimercati ha avuto esito negativo.

Cosmin M., romeno di 21 anni, è stato sottoposto al giudizio direttissimo concluso con la condanna a 22 mesi di reclusione, pena che è stata sospesa.

13 Ottobre 2013