il network

Martedì 25 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. All'origine dello scontro, scoppiato attorno all'una in via IV Novembre, ci sarebbero futili motivi

Pugni e bottigliate fuori dal pub
Rissa con feriti gravi nella notte

Coinvolti un italiano, all'ospedale con una prognosi di 15 giorni, e due stranieri, uno dei quali è ricoverato in gravi condizioni a Cremona

Pugni e bottigliate fuori dal pub
Rissa con feriti gravi nella notte

Il luogo in cui è scoppiata la rissa

Una bottiglia spaccata in testa, pugni che volano, l’intervento della polizia, la corsa all’ospedale. Rissa violentissima quella scoppiata ieri notte in via IV Novembre, nella zona dei pub. Tre i protagonisti dell’episodio, un trentenne cremasco e due stranieri ventenni. E’ successo tutto in pochi minuti, attorno all’una di notte: un romeno, visibilmente ubriaco, si è avvicinato all’italiano e lo ha colpito in testa con una bottiglia. Ancora da chiarire le cause, probabilmente per qualche screzio. Immediata la reazione del trentenne, con conseguente rissa a suon di cazzotti. Lo scontro è violento. In molti vi assistono, qualcuno vede scorrere del sangue e chiama preoccupato sia le forze dell’ordine che il 118. Sul posto arrivano la polizia e un’ambulanza: il cremasco viene portato all’ospedale di Crema, dove gli vengono curate le ferite. Ne avrà per quindici giorni. Ma non è finita, perché dopo qualche decina di minuti arriva un’altra telefonata alle forze dell’ordine: il romeno è coinvolto in una nuova rissa. Questa volta, però, ha la peggio: colpito ripetutamente da un altro straniero ancora da identificare, anche in questo caso per motivi da chiarire, il ventenne è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Cremona. Il tasso alcolico elevato dell’uomo non ha permesso agli agenti di interrogarlo a dovere. Un nuovo interrogatorio è previsto per domani.

13 Ottobre 2013