il network

Giovedì 13 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Abbigliamento eco compatibile
Nuovi spazi sul mercato

La fiera del tessile bio nei chiostri del Sant'Agostino ha coinvolto una ventina di produttori

Un momento della fiera
CREMA — Una ventina di aziende partecipanti per un’edizione che ha confermato quanto già emerso l’anno scorso: la produzione tessile eco sostenibile ha un mercato anche nel Cremasco. Si è svolta domenica nei chiostri del centro culturale Sant’Agostino la fiera organizzata da ‘Diritto e rovescio oltre l’etichetta’, realtà che promuove una cultura critica nelle scelte di acquisto di abbigliamento e calzature. La manifestazione, organizzata dai gruppi di acquisto solidale di Crema, Lodi, Spino d’Adda e Soncino è stata possibile grazie alla collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune e con i volontari del Touring Club. I chiostri hanno ospitato produttori ed artigiani che lavorano nel campo dell’abbigliamento seguendo parametri di responsabilità etica, sociale ed ambientale: Astorlex, Alice Bologna ed Elide Porchera, Bioworld, Calzificio Zambelli, Ecogeco jeans, Istituto professionale Marazzi, Kyocashemire, La Siembra, Laura Dell’Erba, L’Origine, Made in no, Manusa, Master, Medea, Naturalmente tessuti, Nicoletta Fasani, Pannolinofelice, Paola Arioli, Quagga e Seed. Durante la giornata si sono tenute mostre, esposizioni ed eventi collaterali. Sono stati organizzati un angolo per il lavoro a maglia, un laboratorio di ricamo per bambini dai cinque anni e uno di telaio e altri momenti di approfondimento sulla consapevolezza nelle scelte in ambito tessile. Tra le iniziative di intrattenimento anche un appuntamento con la danza come espressione della natura femminile e le visite guidate alla casa cremasca grazie ai volontari del Tci.

14 Ottobre 2013