il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMASCO

M5S. "Metodi da partito tradizionale". Sotto accusa il consigliere Di Feo

Alcuni militanti contestano il doppio incarico, uno dei quali assegnato da Toninelli. L'interessato ribatte: "Situazione già chiarita"

Il parlamentare del M5S Toninelli durante un incontro

L’accusa che lanciano alcuni iscritti del Movimento 5 stelle ai loro rappresentanti è pesante: quella di usare metodi da partito tradizionale. Un’accusa che i diretti interessati smentiscono. I toni restano quelli da discussione tecnica, ma qualche tensione la si avverte nella vicenda sollevata da alcuni iscritti di vecchia data del movimento. Sotto accusa le scelte del deputato cremasco Danilo Toninelli e del consigliere comunale Christian Di Feo. Le critiche sono arrivate perché Toninelli ha nominato Di Feo suo collaboratore sul territorio nonostante avesse già l’incarico di consigliere comunale.

“La cosa grave è che Toninelli ha nominato collaboratore il suo amico Christian Di Feo pur se questo è anche consigliere comunale a Crema e di fatto quindi quest’ultimo ha un doppio incarico politico”. Scrive Franco Graziano, uno degli attivisti del movimento grillino che fa anche notare come la nomina non sia stata presentata ai partecipanti agli incontri.

Di Feo, chiamato in causa, ribatte: “E’ una questione che abbiamo già affrontato in un precedente incontro e pensavo di aver dato delle risposte esaustive. Lo statuto del movimento parla del divieto di cumulo di incarichi elettivi e quello di collaboratore di Toninelli non è elettivo, ma regolato da un contratto di collaborazione. Il mio non è un incarico politico, ma svolgo attività d’ufficio per facilitare l’attività del parlamentare”.

Una collaborazione che viene retribuita con circa 500 euro al mese. Non poteva essere affidata ad altri per evitare comunque un doppio incarico? “Si tratta di un incarico di fiducia, tratto anche dati personali di Toninelli quindi doveva affidarlo a una persona di estrema fiducia, non a un semplice conoscente”.

17 Ottobre 2013