il network

Martedì 26 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


SPINO D'ADDA

Coltello alla gola, rapinata in casa

E' successo in mattina quando la donna era da sola nella sua abitazione di via De Gasperi

Il luogo dove è avvenuta la rapina a Spino d'Adda

SPINO D’ADDA - Sono entrati dal portoncino d’ingresso mentre la vittima usciva a ritirare il bidone della spazzatura, poi hanno aspettato che rientrasse, prendendola per i capelli e puntandole un coltello alla gola. L’hanno minacciata, insultata, si sono presi i soldi e poi l’hanno abbandonata in cucina dopo un sequestro durato venti minuti. Così una donna di 46 anni, Maria R. R., giovedì mattina, è rimasta in balìa, nella sua casa di via De Gasperi, di due rapinatori che indossavano guanti di lattice bianco e un collant sul volto. La banda ha rastrellato i gioielli di famiglia, compresa la fede nuziale e l’oro dei due figli, oltre a 2mila euro in contanti. L’ennesimo fatto violento a Spino, questa volta avvenuto in condominio situato nel quartiere a ridosso della zona industriale.

“Quando ho aperto la porta ho sentito stringermi forte i capelli e non ho fatto in tempo nemmeno a girarmi, perché ho sentito la lama di un coltello alla gola”, racconta con gli occhi lucidi Maria. L’uomo armato di un coltellaccio uncinato lungo circa venti centimetri, l’ha trascinata verso la camera da letto e a quel punto si è fatto avanti anche il complice hanno preso i soldi, le hanno fatto sfilare la fede. “Ho temuto il peggio quando mi hanno costretto ad alzare il volume della televisione” ha raccontato in lacrime.

19 Ottobre 2013