il network

Martedì 25 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Gran Rondò pronto a espandersi

Non solo un benzinaio ma anche parcheggi, ciclabile e una nuova struttura nel progetto

Il parcheggio del Gran Rondò, il centro commerciale sta per allargarsi

Il Gran Rondò di Crema sta per cambiare volto e investirà diversi milioni di euro per farlo. Dalla stazione di carburanti con marchio Enercoop al progetto complessivo (targato Coop Lombardia e Idg), prevede diversi milioni di euro di investimento) sono i responsabili della stessa struttura ad annunciarlo.

Il rinnovamento che arriva 20 anni dopo l’apertura del centro commerciale e — viene evidenziato — “in sostanziale conformità alle previsioni del nuovo Pgt” tranne che per il distributore di carburante. Il progetto prevede la costruzione di un parcheggio a piano rialzato e di uno coperto (peraltro già autorizzati dall’amministrazione precedente), la realizzazione di una pista ciclopedonale con sottopasso in corrispondenza di quella che serve il quartiere San Carlo, l’insediamento di una media struttura commerciale autonoma non alimentare, il riuso dell’ampio parcheggio della Casa della Carità (a suo tempo interamente finanziato da Coop) e l’avvio di una stazione di carburanti a marchio Enercoop.

“Quest’ultima iniziativa - viene spiegato - è realizzata in coerenza con le indicazioni della Regione Lombardia che persegue l’obiettivo di ridurre il numero dei distributori per garantire maggiori efficienze gestionali e minori costi per i consumatori come del resto già avviene in altri paesi dell’ Unione Europea”.

“Il progetto Enercoop, che quindi non si può considerare ‘pompa bianca’, si è avviato nel novembre 2012 a Cantù con l’insediamento di una stazione di servizio con benzina verde, gasolio e metano e ha incontrato un vasto successo presso gli automobilisti della zona che, per un effetto calmieratore della nostra iniziativa, hanno potuto usufruire anche di un calo generalizzato dei prezzi dei carburanti in tutta l’area”. I prezzi ad oggi sono di 1,640 euro per la benzina, 1,550 euro per il diesel e 0,899 euro per il metano. “Durante quest’ultimo anno - è la nota conclusiva - non risulta che alcun impianto del circondario canturino abbia chiuso”.

23 Ottobre 2013