il network

Sabato 22 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


PAULLESE

Semafori di Zelo e Paullo, spegnerli non si può

La Provincia di Milano risponde alla proposta dei pendolari, ma lascia poche speranze

Code sulla Paullese causate dai semafori di Zelo e Paullo
La fine delle speranze dei pendolari della Paullese? Forse no, ma di certo un brutto colpo alla proposta, con tanto di raccolta firme online su www.activism.com, di spegnere i semafori di Zelo Buon Persico e Paullo per eliminare le code lungo l’ex statale. La Provincia di Milano, ed in particolare il settore gestione rete stradale, ha risposto alla richiesta dei forzati dell'ex statale, spiegando che si potrebbero accorciare i tempi del rosso ai semafori, in particolare a quello di Paullo, ma non spegnerli: "L’eliminazione del semaforo non è possibile, perché è vero che sono state realizzate due rotatorie a Zelo Buon Persico e a Settala, ma la distanza è tale da non consentire un rallentamento del traffico sull’innesto di Paullo-Conterico e l’eliminazione del semaforo impedirebbe a chi transita sulla provinciale 161, in entrambe le direzioni, di immettersi sulla Paullese e ancor più le manovre di svolta a sinistra e l’attraversamento. L’uscita di Paullo verso Crema può, in effetti, avvenire sulla rotatoria di Zelo Buon Persico, ma per chi viene da Conterico tale direzione sarebbe impossibile. La direzione Paullo Milano sarebbe anch’essa impossibile, così come utilizzare la vecchia Paullese è problematico". Poi una conferma positiva: "La Provincia sta adeguando il progetto di riqualificazione della Paullese (il secondo lotto del raddoppio, ndr) da appaltare nei primi mesi del 2014. Ciò risolverà i problemi lamentati".

26 Ottobre 2013

Commenti all'articolo

  • Stefano

    2013/10/26 - 11:11

    E' la solita risposta "preconfezionata", ma siamo confidenti che con qualche sforzo in più la soluzione si possa trovare... I tempi di realizzazione del secondo lotto saranno comunque lunghi oltre che incerti, quindi occorre trovare almeno rimedi temporanei...

    Rispondi