il network

Martedì 20 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Canile aperto fino al 2014, poi trasformato in rifugio

Arrivata l'ufficializzazione della proroga. Ma dal 2015 in piazzale Croce Rossa ospitati cani da rieducare

Il canile di Crema

Il 31 dicembre 2014 è l’ultimo giorno che i sindaci cremaschi hanno a disposizione per trovare una nuova sistemazione ai cani randagi del territorio. L’ennesima proroga all’apertura della struttura di piazzale Croce Rossa sarà l’ultima perché dal 2015 l’Enpa abbatterà il canile per realizzare una struttura specializzata. Ieri mattina è arrivata alla sede della Società cremasca reti e patrimonio la comunicazione dell’Enpa che il canile di Crema continuerà a funzionare fino alla fine del 2014 in risposta alla richiesta, firmata dai sindaci cremaschi, dell’ennesima proroga per avere la possibilità di costruire il canile a Vaiano Cremasco.

“Siamo rimasti un po’ spiazzati - ha dichiarato il commissario straordinario dell’Enpa Sergio Sellitto - perché nei primi colloqui si era parlato di una proroga fino a giugno ma nella lettera la data indicata era quella di dicembre. Ma abbiamo deciso di dare ancora una volta fiducia ai sindaci, ma questa sarà proprio l’ultima”.

Un termine improrogabile perché l’Ente nazionale protezione animali intende abbattere il canile, che non è più a norma, per realizzare una struttura specializzata in grado di ospitare pochi animali ma in uno spazio di qualità. Una delle proposte, ma siamo ancora alla fase delle ipotesi, è quella di ospitare in piazzale Croce Rossa i cani utilizzati per le sperimentazioni che normalmente vengono abbattuti. L’Enpa si sta facendo carico di questi esemplari che naturalmente devono essere rieducati e a Crema potrebbe sorgere un centro d’eccellenza al posto dell’attuale fatiscente canile.

29 Ottobre 2013