il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Protagonista anche il dirigente della polizia postale Salvo Labarbera

'Europa, serve unità politica'
Lezione a teatro per 400 studenti

Pienone al San Domenico, questa mattina, per il convegno sul futuro dell'Unione Europea organizzato dal Fatf e affidato al filosofo Mauro Ceruti

'Europa, serve unità politica'
Lezione a teatro per 400 studenti

Labarbera, Gualandris e Ceruti

«Il problema è che l’Unione Europea è stata costruita a partire dal tetto, ossia dall’introduzione della moneta unica: se non raggiungerà presto anche un’unità politica, crollerà inesorabilmente». Passato, presente e futuro del Vecchio Continente secondo il filosofo e politico Mauro Ceruti, invitato stamattina al San Domenico dal Franco Agostino Teatro Festival a parlare a 400 ragazzi delle scuole superiori della città. Con lui anche il dirigente regionale della polizia postale Salvo Labarbera, autore di un intervento sull’abbattimento delle barriere nazionali per mano di internet e sui rischi ad esso connessi, e il giornalista Paolo Gualandris nel ruolo di moderatore. Complesso e ricco di spunti il ragionamento sul ruolo dell’Europa, un continente che «per la prima volta in epoca moderna — ha sottolineato Ceruti — non sta conoscendo la guerra da quasi settant’anni». Una pace che, secondo il filosofo, trae origine dalla decisione degli Stati più potenti di cooperare, «un percorso iniziato con la creazione della Ceca nel dopoguerra e giunto fino alla nascita dell’Europa Unita». Ora però, ha ammonito Ceruti, serve uno sforzo in più: «E’ necessario che i Paesi rinuncino ad una parte della loro sovranità per costruire un’unità politica continentale. E’ il momento di buttare il cuore oltre l’ostacolo, altrimenti l’Europa si autodistruggerà».

07 Novembre 2013