il network

Martedì 25 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Lezione del direttore artistico Coffetti davanti agli studenti del Munari

Troppi 'vecchietti' in platea
Il teatro a caccia di giovani

Il San Domenico va nelle scuole, primo passo di un percorso di promozione che mira ad attrarre le nuove generazioni

Troppi 'vecchietti' in platea
Il teatro a caccia di giovani

L'incontro al Munari

Chiamatela operazione giovani. Quelli che non vanno a teatro, evidentemente considerato un posto per vecchi, e che il San Domenico, per provare ad invertire la rotta, ha deciso di andarsi a prendere. Perché senza ricambio generazionale si muore, presto o tardi che sia. E’ decollata questa mattina, tra le mura del liceo artistico Munari, la campagna promozionale che la Fondazione di piazza Trento e Trieste ha messo a punto per portare i ragazzi in platea. Un problema annoso per il San Domenico, che in questi primi 14 anni di vita non è mai riuscito ad entrare nel cuore dei giovani. «Dobbiamo trovare la cura — spiega il direttore artistico del San Domenico Enrico Coffetti —, altrimenti sarà la fine». Una sfida complicata, che la Fondazione ha iniziato ad affrontare attraverso il coinvolgimento delle scuole. Prima tappa al liceo artistico, con le classi terze e quarte. Rimane da capire, ora, quanti studenti diverranno spettatori. «La strada da seguire è questa — sottolinea Coffetti —, anche se gli incontri nelle scuole non bastano: bisogna creare un piano strutturato di formazione del pubblico, con persone che si occupino a tempo pieno della promozione. Senza investimenti, però, sarà durissima».

13 Novembre 2013