il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. E' stato collegato alla scuola grazie ad una scala costata 20mila euro

Taglio del nastro per la
mansarda dell'austroungarico

Il Comune ha consegnato il pregevole sottotetto all'istituto musicale Folcioni, che risolve così il problema della carenza di spazi

Taglio del nastro per la
mansarda dell'austroungarico

Il taglio del nastro

«Finalmente!». Un coro unanime di consensi ha accompagnato oggi il taglio del nastro della mansarda del mercato austroungarico, pregevole spazio rimasto inutilizzato per una dozzina d'anni e che ora il Comune ha consegnato all'adiacente istituto Folcioni. Per renderlo agibile bastava una scala di collegamento a norma di legge, realizzata negli ultimi due mesi grazie ad un progetto voluto dall'assessore Fabio Bergamaschi, messo a punto dall'ufficio tecnico municipale (col via libera della Soprintendenza) e costato 20mila euro alle casse pubbliche. La scuola di musica, che chiedeva da tempo la disponibilità del sottotetto, risolverà così l'annoso problema della carenza di spazi: le tre aule e l'ampio salone della mansarda - 450 metri quadrati complessivi - ospiteranno le lezioni degli alunni, ma potranno venire utili anche per altri scopi. Non ci sarà modo, invece, di ospitare concerti e iniziative aperte al pubblico: per ragioni di sicurezza (la nuova scala è l'unica via di fuga fruibile), la mansarda può accogliere un massimo di trenta persone.

19 Novembre 2013