il network

Martedì 25 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Ripalta Cremasca. Approvato il piano di diritto allo studio, per il 2013/14 stanziati 238mila euro

Il Comune investe sulle scuole
Stanziati un milione e 300mila euro

La cifra si riferisce agli ultimi 5 anni di amministrazione Brambini: tra elementari e medie, l'investimento medio è stato di 970 euro ad alunno

Il Comune investe sulle scuole
Stanziati un milione e 300mila euro
RIPALTA CREMASCA — Un milione e 300mila euro investiti nel quinquennio amministrativo, 283mila in questo ultimo anno di governo. Sono i numeri a dire quanto il settore scolastico sia stato e sia tuttora una delle priorità della giunta guidata dal sindaco Pasquale Brambini. Numeri diffusi nel corso dell’ultimo consiglio comunale, quando è arrivato il via libera al piano di diritto allo studio 2013/14, documento che riassume tutti i servizi offerti agli studenti. La spesa più corposa è quella relativa alla primaria: 91mila euro, la metà dei quali è garantita però dalle famiglie. I fondi destinati alla secondaria di primo grado sono invece 38mila euro, mentre le scuole dell’infanzia private vengono finanziate con 42mila euro. Pesante il capitolo dell’assistenza ad personam: gli incarichi agli educatori che seguono i ragazzi disabili costano quasi 72mila euro alle casse pubbliche. Il servizio di scuolabus, offerto gratuitamente, assorbe invece 31mila euro, sforzo importante ma che il Comune intende proseguire «nonostante il numero elevato di richieste abbia reso necessario il raddoppio delle corse», spiega il vicesindaco Cristian Lusardi. Costi minori, invece, per l’utilizzo della palestra (4700 euro) e per sostenere il nido famiglia (4mila euro). Interessanti, infine, i dati relativi all’intero mandato: per la scuola dell’infanzia la spesa media è stata di 550 euro a bambino, per la scuola primaria e secondaria si è attestata a 970 euro a testa.

29 Novembre 2013