il network

Domenica 19 Novembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Bagnolo Cremasco

Koch, sciopero contro i licenziamenti

I lavoratori in sciopero davanti ai cancelli della Koch
BAGNOLO CREMASCO — Sciopero e presidio davanti ai cancelli dell'azienda per i lavoratori della Koch. Una protesta contro il licenziamento di46 dipendenti, sui 150 totali, che la multinazionale americana ha annunciato dai primi di maggio. Operai e impiegati si sono ritrovati dalle 5,30 di stamattina. Se nei prossimi due mesi e mezzo non si troveranno accordi, l’azienda provvederà alla messa in mobilità dei lavoratori, di fatto un licenziamento  senza incentivi all’esodo e senza possibilità di avere una cassa integrazione.
 "Siamo convinti - hanno spiegato i lavoratori - che non ci sia una reale crisi produttiva in atto, ma che lo strappo della dirigenza, in sede di trattativa, di fatto interrotta da venerdì, sia stato fatto solo per costringerci a rivedere l'accordo sindacale del dicembre 2011. Abbiamo già sacrificato l'anno scorso parte del nostro stipendio per garantire la competitività dell'azienda. Adesso basta". 
Operai e impiegati protestano anche contro l’esternalizzazione, probabilmente all’estero, di reparti chiave: dall’assemblaggio degli scambiatori di calore per le industrie petrolchimiche, il principale prodotto realizzato nello stabilimento, alla carpenteria e alla saldatura.

18 Febbraio 2013