il network

Mercoledì 16 Gennaio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


7 gennaio 1953

Nella giornata della Befana tregua fra agenti ed automobilisti

I secondi hanno offerto ai primi i tradizionali doni dell’Epifania

Befana, tregua fra agenti ed automobilisti

Un fatto insolito si è verificato ieri lungo le strade cittadine: una colonna di automobilisti che sfilava per le vie del centro non ha rispettato il rosso divieto del semaforo, ed i vigili, anziché bloccarla, ne hanno facilitato il transito. E non è tutto: in testa alla colonna erano agenti della polizia della strada i quali badavano a sgombrare il cammino. Erano forse sovvertite le leggi della circolazione? Nulla di tutto questo. Solo, ieri, era l'Epifania, e, in questo giorno, per una tradizione che nel corso degli anni si va facendo sempre più viva e sentita, gli automobilisti di tutta Italia, ed i loro angeli custodi, polizia della strada e vigili urbani, hanno stipulato un armistizio, una tregua d'armi. Come leali avversari che si battono, ma con reciproca stima, hanno deciso di cessare la lotta che infuria per i rimanenti giorni dello anno, e di stringersi la mano da buoni amici.

Ed a ben considerare è giusto, ed anche bello, che chi, sia pure su una diversa sponda, e con diversi obiettivi trascorre la buona parte dell’anno lungo le strade dedichi un giorno all'esaltazione della propria fatica, e si sforzi di rendere più intima è diretta la conoscenza e la comprensione fra gli organismi e gli enti che li rappresentano.

Dopo la tradizionale cerimonia alla Caserma Massarotti e al brindisi svoltosi tra i sorrisi e i battimani dei bambini degli agenti, ai quali il Presidente dell’ACI ha consegnato bellissimi regali, la colonna deggli automezzi si è riposta in marcia, e, passando perle vie del centro gremite di folla, è sfilata davanti al rompitraffico sito in Piazza Roma, davanti alla Galleria, dove hanno deposto i numerosi doni che erano destinati ai vigili.

Espressioni di saluto e di reciproco augurio sono state scambiate fra il Presidente dell'A.C.I. ed il comandante Rotelli, mentre centinaia di persone, interessate è divertite, stavano  osservando e commentando l’operazione di scarico dei doni. In precedenza, numerosi pacchi erano stati portati sia alla polizia della strada, sia ai vigili, dai dirigenti e dai soci del Vespa Club, in rappresentanza degli ottomila motoscooteristi della provincia.

Nel corso di tutta la giornata numerose macchine si sono fermate davanti al rompitraffico di Piazza Roma, e gli automobilisti che ne sono scesi, dopo aver scambiata una calorosa stretta di mano con i vigili di servizio, hanno consegnato il loro dono in segno di riconoscenza per il servizio da questi svolto per una sempre migliore circolazione stradale.

Un po' strano, se vogliamo l'omaggio dello ambulante «Camel», il quale ha depositato un cestino contenente limoni e boccette di olio di ricino, elegantemente confezionate in celofane bianco.  Lo accompagnava questo biglietto: «Ai nostri vigili urbani, perchè si mantengano sempre sani….»

04 Gennaio 2019