il network

Domenica 25 Febbraio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


14 GENNAIO 1962

Ascanio Maria Sforza, primo cardinale cremonese

Ascanio Maria Sforza, primo cardinale cremonese

Guerriero, benefico, fastoso, dotto, politico e ricchissimo, Ascanio Maria Sforza Visconti  fu il primo vescovo ed il primo cittadino di Cremona assurto agli onori della porpora cardinalizia.

Bianca Maria, donna dì grande energia e di profondi sentimenti religiosi, portò in dote a Francesco Sforza, fra l'altro, la "signoria"  di Cremona, ove risiedette alternando però il soggiorno con vari incarichi politici a Pavia. Milano e Ancona. Il suo palazzo cremonese sorgervi poco lontano dalla chiesa di S Ilario, nell'attuale via Chiara Novella, e fu da lei donato alle suore Clarisse che ne fecero il convento del o Corpus Domini ». Fu appunto durante uno dei suoi soggiorni per legare il palazzo alle Clarisse che le nacque il 3 marzo 1455. sembra nel castello di S Croce a porta Milano, ora demolito, il quinto figlio, Ascanio Maria, fratello di Galeazzo Maria e Lodovico Maria, detto "il Moro", che divennero duchi di Milano. Ascanio fu educato in Cremona dal cremonese Bartolomeo Patroni, passò quindi a Roma ove il calcolo politico dei parenti lo avviò alla camera ecclesiastica Carriera veramente rapida e brillante. Protonotario apostolico a quindici anni, vescovo a ventiquattro e cardinale a ventinove.... 

Poco più che trentenne era la figura più importante del ducato, dopo il fratello; e quando questi fu per qualche tempo ammalato, lo sostituì nei vari complessi affari nel vasto Stato. 

 

12 Gennaio 2018