il network

Sabato 26 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


14 GENNAIO 1962

Ascanio Maria Sforza, primo cardinale cremonese

Ascanio Maria Sforza, primo cardinale cremonese

Guerriero, benefico, fastoso, dotto, politico e ricchissimo, Ascanio Maria Sforza Visconti  fu il primo vescovo ed il primo cittadino di Cremona assurto agli onori della porpora cardinalizia.

Bianca Maria, donna dì grande energia e di profondi sentimenti religiosi, portò in dote a Francesco Sforza, fra l'altro, la "signoria"  di Cremona, ove risiedette alternando però il soggiorno con vari incarichi politici a Pavia. Milano e Ancona. Il suo palazzo cremonese sorgervi poco lontano dalla chiesa di S Ilario, nell'attuale via Chiara Novella, e fu da lei donato alle suore Clarisse che ne fecero il convento del o Corpus Domini ». Fu appunto durante uno dei suoi soggiorni per legare il palazzo alle Clarisse che le nacque il 3 marzo 1455. sembra nel castello di S Croce a porta Milano, ora demolito, il quinto figlio, Ascanio Maria, fratello di Galeazzo Maria e Lodovico Maria, detto "il Moro", che divennero duchi di Milano. Ascanio fu educato in Cremona dal cremonese Bartolomeo Patroni, passò quindi a Roma ove il calcolo politico dei parenti lo avviò alla camera ecclesiastica Carriera veramente rapida e brillante. Protonotario apostolico a quindici anni, vescovo a ventiquattro e cardinale a ventinove.... 

Poco più che trentenne era la figura più importante del ducato, dopo il fratello; e quando questi fu per qualche tempo ammalato, lo sostituì nei vari complessi affari nel vasto Stato. 

 

12 Gennaio 2018