il network

Lunedì 18 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

E' Più Pomì Casalmaggiore, brutta sconfitta 3-1 a Cuneo

Cinque sconfitte nelle ultime sei partite, rosa in crisi

Bosca Cuneo - E' Più Pomì Casalmaggiore

CUNEO - Serviva una reazione per rispondere all'addio di Rahimova e per compattarsi come squadra ed invece l'E' Più Pomì Casalmaggiore lancia segnali allarmanti ai propri tifosi cedendo - 3-1 (18-25, 25-23, 26-24, 25-13) - a Cuneo come peggio non avrebbe potuto. Un gioco davvero ai limiti della categoria, un'aggressività che si perde per strada alla prima difficoltà ed uno spirito di squadra che, tolta la azera, a tratti parsa il peccato originale sotto questo aspetto, non è migliorato ed è anzi affondato nel momento più importante quando, sul 22-24 del terzo set le rosa hanno incassato il 4-0 che ha chiuso il parziale e girato definitivamente la partita. Ora la parola crisi non aleggia nell'aria ma è marchiata pesantemente sul periodo nero di Casalmaggiore (5 sconfitte nelle ultime 6 partite) ed i playoff, dati per scontati al giro di boa, non rappresentano più una certezza granitica con questi presupposti. Resta il mercato, unico appiglio utile per tentare di invertire una rotta che di questo passo rischia di trascinare Casalmaggiore pericolosamente a ridosso della zona che esclude dalla postseason.

STARTING SIX

Bosca San Bernardo Cuneo: Bosio, Cruz, Zambelli, Salas, Menghi, Ruzzini (L).

E' Più Pomì Casalmaggiore: Pincerato, Marcon, Kakolewska, Cuttino, Carcaces, Arrighetti, Spirito (L).

1 set - Bosetti out per problemi fisici lascia il campo a Marcon mentre è Cuttino a raccogliere il testimone di Rahimova. Le rosa iniziano molto bene dai nove metri, con la complicità della seconda linea piemontese, e con le ottime soluzioni di Kakolewska sprintano per il 4-8 con un altro acuto della polacca. Le ospiti continuano a colpire con i centrali ed a tenere bene a muro costringendo Pistola al time out sul 6-11 ma al rientro il copione cambia di poco e non fosse per gli errori marchiani di Cuttino l'E' Più Pomì sarebbe già troppo lontana. Chiaro che con Cuneo che non fa nulla per provare ad impensierire Marcon e socie per le ospiti sia semplice rimanere avanti con margine mettendo ordine ed efficacia in ogni fondamentale per il 13-19 che esaurisce i time out locali. Il viatico è segnato e senza scossoni si giunge a quota 25 con la pipe mortifera di Carcaces.

2 set - le piemontesi rientrano in campo alzando leggermente il proprio livello ed ecco che la Pomì entra in crisi con Cuttino decisamente fuori partita e l'attacco di Casalmaggiore che si consegna senza pungere alle difese di Ruzzini e socie. Il 9-5 del time out Gaspari fotografa lo stato di difficoltà delle ospiti ma nonostante un moto di orgoglio che tiene qualche palla in seconda linea Cuneo punisce l'inoffensività ospite per il 13-9. Le rosa si spingono sul 13-12 e sopo il nuovo allungo delle padrone di casa (17-13) pescano con Carcaces il nuovo rientro per il 18-17 con Gray che rileva Cuttino ma le sbavature dell'E' Più Pomì non diminuiscono e Gaspari mette le mani a T sul 21-18. Sembra un set segnato e invece, complici le indecisioni delle piemontesi, la Pomì torna a contatto sino all'aggancio del 22-22 ma sbanda nel momento più importante e cede 25-23.

3 set - l'ordine e l'efficacia del primo set sono lontani ricordi e l'E' Più Pomì si deve rassegnare ad una partita in trincea con il terzo set che inizia sulla falsa riga del finale del precedente mandando avanti Cuneo 9-8. Le ragazze di Gaspari si aggrappano al muro, fondamentale positivo per l'occasione, limitando le uscite di Bosio e ribaltando il parziale sino al 12-14 del time out Pistola. Cuneo non perde fiducia, si aggrappa a Van Hecke ed alla fast dell'ex Zambelli (quanto servirebbe ora) sino a mettere la freccia sul 19-18 del time out Gaspari. Nel momento peggiore di Casalmaggiore un muro strepitoso di Marcon ed un errore letale di Ruzzini permettono alla E' Più Pomì di tornare avanti (20-22 time out Pistola). Cuttino si redime e tocca con profitto tutti i palloni spingendo le rosa sino al 24-22 apparentemente risolutivo ma le ospiti confermano di avere qualche problema con i set punto a punto e si concedono alla rimonta piemontese sino all'attacco di Van Hecke che vale il 26-24.

4 set - il black out prolungato consegna al quarto set una E' Più Pomì in piena crisi d'identità e quando Radenkovic rileva Pincerato il 6-2 di Cuneo costringe Gaspari al time out. Una Cuttino entrata decisamente in ritmo e qualche buon tocco a muro impediscono alla Bosca San Bernardo di dilatare il margine ma la scia delle piemontesi resta lontana sugli errori non forzati delle rosa per l'11-7. Serve un'inversione di tendenza e invece Casalmaggiore sprofonda con Gray, subentrata a Carcaces, mai positiva e quando anche Cuttino spara out il 15-9 vale la seconda sospensione di coach Gaspari. Il sussulto ospite è fine a se stesso perchè l'E' Più Pomì gioca una pessima pallavolo ed anche una Cuneo poco più che modesta può far la voce grossa dilatando il margine sino al 20-12 ed imponendo un finale imbarazzante alle ospiti sul 25-13.

27 Gennaio 2019