il network

Venerdì 19 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Il direttore artistico Coffetti: "Proposte di grande valore, siamo a livello dei migliori teatri italiani"

Teatro San Domenico
Ecco la stagione 2013/14

Presentati gli spettacoli in abbonamento: si inizia il 9 novembre con il jazzista Mario Piacentini, chiusura il 6 maggio con un omaggio a Pantani

Il teatro San Domenico
CREMA — Da Piacentini a Pantani, dai virtuosismi sulla tastiera di un pianoforte alle imprese in sella ad una bicicletta. Eccoli gli estremi della stagione di prosa 2013/2014 del teatro San Domenico, svelata dal direttore artistico Enrico Coffetti. Una presentazione in piena estate per partire di slancio e puntare al record di abbonamenti, per la prima volta saranno disponibili in due versioni: quella classica, con il carnet di otto spettacoli, e l’innovativa ‘Tutto teatro’ caratterizzata da dieci proposte. «Siamo fiduciosi che la nuova stagione incontri i gusti del pubblico cremasco» il commento del presidente Giovanni Marotta, che ha insistito affinché la ‘prima’ avesse un legame diretto con il territorio. Coffetti lo ha accontentato invitando sul palco il 9 novembre Mario Piacentini, pianista jazz di livello internazionale. Il musicista cremasco presenterà Nèant, concerto che si ispira a contenuti filosofici e che coinvolgerà anche Gianluigi Trovesi, Harold Mabern, Tor Yttredal, Arkady Shilkloper, Roberto Bonati e Marco Tonin. Il 9 dicembre, invece, l’esordio della prosa. Il discorso del re in programma il 9 dicembre (tratto dal pluripremiato film di Tom Hooper: adattamento teatraledi Luca Barbareschi e Filippo Dini) è rimandato all'11 marzo. Il 2014 inizierà sotto il segno della comicità: il 5 febbraio Vengo a prenderti stasera porterà in città Nini Salerno, Mauro di Francesco e Diego Abatantuono, che oltre a firmare la regia regalerà al pubblico un ‘solo’ finale. Il 21 febbraio Ricorda con rabbia, testo cult specchio della generazione anni ’50, interpretato da Stefania Rocca e Daniele Russo per la regia di Luciano Melchionna. La primavera inizierà il 21 marzo con Servo di Scena, testo teatrale di Ronald Harwood e celebre pellicola: la commedia vedrà brillare la stella di Franco Branciaroli. Il 27 marzo ecco la danza: in programma Futura del Balletto di Roma, con musiche di Lucio Dalla. L’8 aprile altro titolone: La coscienza di Zeno, che da romanzo si fa commedia con Giuseppe Pambieri protagonista e Maurizio Scaparro in regia. L’abbonamento ‘Classic’ si completerà il 6 maggio con Pantani, spettacolo che ricostruisce la storia del compianto e discusso ciclista, proprio in questi giorni di nuovo al centro delle cronache. In scena Ermanna Montanari e Luigi Dadina. Annunciati poi due ulteriori spettacoli, inseriti nel pacchetto d’abbonamento ‘Tutto teatro’: il 19 ottobre Dorian Grey tratto dal romanzo di Oscar Wilde, il 26 gennaio Traviata con il Balletto Artemis che reciterà sul melodramma di Giuseppe Verdi. «Il livello medio della stagione è elevato e allinea il San Domenico ai grandi teatri del circuito nazionale» ha detto Coffetti. «Il cda è molto soddisfatto del lavoro svolto dal direttore» ha sottolineato la consigliera Elisa Marinoni. «Alla stagione in abbonamento — ha concluso Coffetti — si affiancheranno numerose proposte parallele per tutte le fasce di pubblico». La presentazione dopo l’estate.

02 Dicembre 2013