il network

Giovedì 18 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. La prima il 7 novembre con il concerto del jazzista cremasco Mario Piacentini

S.Domenico, svelata la stagione
"Un teatro di tutti e per tutti"

Serata di gala, ieri sera, per la presentazione del programma 2013/2014: tanta prosa, ma anche musica, cinema, incontri letterari e corsi di recitazione

S.Domenico, svelata la stagione
"Un teatro di tutti e per tutti"

La presentazione a teatro

CREMA — Una performance di danza, un pianoforte che suona, poesie, filmati, parole a fiumi, l’aperitivo nei chiostri, la cena ad inviti, gli abiti da sera. Presentazione dal sapore glamour, ieri sera, per la stagione 2013/2014 del San Domenico. La Fondazione teatrale, per la sua prima uscita, ha scelto il vestito più elegante. Lo ha fatto per darsi un tono, per sentirsi ‘grande’ fin da subito, ma anche per stringere un legame sempre più stretto con i suoi ‘inquilini’: in platea c’erano gli abbonati storici, gli addetti ai lavori, il personale, i consiglieri d’amministrazione, diversi politici (compreso l’assessore regionale alla Cultura Cristina Cappellini), i media e soprattutto alcuni degli artisti che animeranno la stagione: dal pianista Mario Piacentini al comico Omar Fantini. Tutti insieme per brindare, come una grande famiglia, al quattordicesimo compleanno del teatro cittadino. Un teatro che proverà ad onorare il ruolo di portabandiera della cultura cremasca coniugando qualità e quantità, alla faccia della crisi economica e di un bilancio sempre più costretto a tagli e rinunce. Compito che non spaventa il presidente del cda Giovanni Marotta e il direttore artistico Enrico Coffetti, ieri orgogliosi di presentare una nuova stagione che vuole essere «per tutti e di tutti». La proposta è stata costruita sul modello degli ultimi anni: la prosa generalista a fare da scheletro e una serie di rassegne parallele per accontentare le nicchie (dalla danza alla musica, dal cinema alla letteratura, dal teatro ragazzi ai corsi di recitazione). Nove gli spettacoli in abbonamento. Il primo, il 9 novembre, sarà una passerella d’onore per Mario Piacentini, cremasco doc e interprete jazz di livello internazionale: presenterà in anteprima nazionale Nèant - Articolazioni sonore dell’assenza, duettando con Gianluigi Trovesi, Harold Mabern, Tor Yttredal, Arkady Shilkloper, Roberto Bonati e Marco Tonin. L’esordio della prosa un mese più tardi, il 9 dicembre: in scena Il discorso del re, adattamento teatrale del pluripremiato film, con Luca Barbareschi e Filippo Dini. Il 2014 inizierà sulle note della Traviata: sarà il Balletto Artemis, il 26 gennaio, a danzare sul melodramma verdiano. Il 5 febbraio si riderà con Vengo a prenderti stasera, affidata alla verve comica di Nini Salerno, Mauro di Francesco e Diego Abatantuono. Il 21 febbraio Stefania Rocca e il regista Luciano Melchionna porteranno in città la commedia Ricorda con rabbia, mentre il 21 marzo brillerà la stella di Franco Branciaroli in Servo di Scena. Il 27 marzo spazio alla danza con Futura del Balletto di Roma, sulle musiche di Lucio Dalla, mentre l’8 aprile tornerà la prosa con La coscienza di Zeno del regista Maurizio Scaparro e del protagonista Giuseppe Pambieri. Il carnet per fedelissimi si concluderà il 6 maggio con Pantani, la storia del compianto ciclista vista con gli occhi del regista Marco Martinelli. Poi le proposte parallele. La storica rassegna di teatro sperimentale Wide Shut, affossata dalla scarsa presenza di pubblico, lascerà spazio al progetto Teatri del Tempo Presente finanziato da Ministero e regione Lombardia: a Crema arriveranno gli spettacoli L’America dentro (31 ottobre), Mal Bianco (15 novembre) e Rock Rose Wow (22 novembre). In cartellone, poi, il concerto di Roberto Vecchioni il 7 novembre, lo spettacolo La merda il 29 novembre, l’one man show di Fantini il 6 dicembre, il capodanno con la Spleen Orchestra, la reunion dei Gufi (vedi box sopra) il primo febbraio. Tredici gli appuntamenti col teatro ragazzi, otto quelli con il cinema. Confermate, infine, la rassegna amatoriale Crema in scena, i corsi teatrali, gli incontri del Caffè Letterario e le mostre nei chiostri.

09 Ottobre 2013