il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Sergnano. I concerti saranno ospitati all'interno del ristorante Tiraboschi

Cantautori protagonisti
al Nello Acoustic Club

Decolla a Sergnano una nuova rassegna musicale. Prossimi appuntamenti Cordini, Sipolo e Rothlisberger

Giorgio Cordini

Giorgio Cordini il 21 novembre a Sergnano

SERGNANO — Una chitarra e una voce «per raccontare storie di uomini e di luoghi, di avventure e di passioni». Un locale «per scaldarsi dalla nebbia e dai primi freddi, ma non solo le mani e il viso», cercando su un piccolo palco di provincia «il calore e la provocazione che si nascondono nelle parole di una canzone, nelle armonie di una chitarra». Benvenuti al Nello Acoustic Club, nuova rassegna musicale che esordisce domani sera (21.30) tra le mura del ristorante pizzeria Tiraboschi di via Giana, a Sergnano. Si inizia con quattro concerti, uno a settimana: giovedì 14 apre Gio Bressanelli, poi Giorgio Cordini il 21 novembre, Alessandro Sipolo il 28 novembre e Robert Rothlisberger il 5 dicembre. Nomi scelti dallo stesso Bressanelli, incaricato da Nello Tiraboschi — titolare del locale oltre che grande appassionato di musica — di allestire un cartellone di concerti acustici di qualità. All’organizzazione della rassegna ha partecipato anche ‘Il canto del Cucù’, associazione cremasca che da anni promuove iniziative musicali intrecciate al mondo del sociale.

21 novembre
Giorgio Cordini che proporrà un suo concerto per sola chitarra e voce, passando in rassegna brani di Fabrizio De André e di Ivano Fossati, in una sequenza delle canzoni più significative estratte dal repertorio dei due cantautori genovesi. Due voci forti e essenziali, determinate e autorevoli, che si incontrarono fin dal tempo de “Le nuvole”, collaborando alla produzione di canzoni come “Megu Megun” e “A cimma”. La loro intesa sarebbe poi poi sfociata nella produzione di tutti i brani dell’album “Anime salve”, l’ultimo registrato in studio da Fabrizio De André. Nel repertorio di Giorgio Cordini non mancano alcuni brani inediti, ispirati al loro linguaggio musicale e agli argomenti che ricorrono nelle loro canzoni.
Giorgio Cordini.Veneziano, autodidatta, si trasferisce a Brescia alla fine degli anni sessanta.In quel periodo incontra Mauro Pagani, ed Insieme a lui suona, quando la PFM ancora non esiste,in due formazioni denominate "JB Club" e "Forneria Marconi".Appassionato di blues, accompagna diversi musicisti americani di passaggio in Italia,tra cui Carey Bell, Otis Rush, Louisiana Red.Ha partecipato come chitarrista alla tournèe de "Le Nuvole" di Fabrizio De André ('91), alle successive teatrali, al tour del '97 "Anime salve" ed all’ultimo “Mi innamoravo di tutto” (’98).

19 Novembre 2013