il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

"Festa" non autorizzata al capannone di Ombriano

Duecentoventicinque auto posteggiate nella zona di via Rossignoli nell'edificio/moschea al centro delle polemiche

CREMA - Duecentoventicinque auto posteggiate nella zona di via Rossignoli a Ombriano, quella dove - per intenderci - è ubicato l’oramai famoso capannone/moschea. Scese a 188 verso l’una della notte tra lunedì e martedì, contate e documentate attraverso filmati. La segnalazione è arrivata dai residenti di quella zona che non riuscivano a darsi una spiegazione. A chiedere ufficialmente che cosa ci facevano tutte quelle persone al capannone sarà il consigliere comunale Chicco Zucchi, che ha annunciato un’interpellanza al riguardo. 

L’Amministrazione ha chiarito ancora una volta la relazione tra il Comune ed il Centro Culturale Islamico nonché i termini di utilizzo dell’immobile. "L’Amministrazione, con una diffida trasmessa in data 28/02/2018 ha ribadito come, da previsioni del PGT, siano ammissibili solo ed esclusivamente 4 destinazioni per l'utilizzo del fabbricato: direzionale/ricettivo/commercio al dettaglio; media struttura di vendita; funzioni produttive; attrezzature ricreative e di spettacolo. Veniva e viene pertanto esclusa ogni funzione 'le cui finalità statutarie o aggregative siano da ricondurre alla religione, all’esercizio del culto o alla professione religiosa quali sale di preghiera, scuole di religione o centri culturali” (lettera introdotta dalla legge reg. n. 3 del 2011)'. Da allora in avanti abbiamo rilevato in tutte le occasioni di confronto che la costituzione in associazione culturale non esime dagli obblighi dettati dalla normativa regionale in materia di luoghi di culto e che pertanto l’immobile di via Rossignoli non può essere e non potrà mai essere un luogo di culto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Giugno 2018